Vertigine

Altezze che muovono vertigini nel cuore. Distacchi apparenti che sono in verità degli arrivederci a nuovi inizi. Certezze che sfumano abbracciando l’orizzonte, tremori che solo la clessidra calmerà nell’azzurro del tempo. Nulla si perde, tutto si trasforma e io saró sempre io: un piccolo cuore in cerca del pezzo di umanità che gli manca per essere felice.

Annunci

If

Se restiamo fermi sulla linea immaginaria di un confine, saremo intrappolati entro limiti creati da noi stessi. Se costringiamo lo spirito in un angolo, la pura terra sarà arida e non darà frutti. Abitudine e negligenza sono sorelle, figlie della stessa madre: la paura. La saggezza nasce dalla compassione che a sua volta nasce dal coraggio. Se manca il coraggio di oltrepassare il confine, possiamo cercarlo nel cuore; è lì che riposa la compassione e matura la saggezza. Occorrono obiettivi e azioni concrete nella nostra vita; occorre proiettare noi stessi verso nuove e, spesso, inimmaginabili mete. È cosí che “l’impossibile diventa possibile” e la vita assume nuovo valore.

Istante

Un singolo istante di vita racchiude tutto: chi eravamo, chi siamo, chi saremo. Un attimo di profonda consapevolezza mi attraversa, affacciata alla balaustra del ponte: lo sguardo sospeso tra le pieghe del lago racconta dell’esistenza e non voglio abbandonare quel senso di appartenenza. Trattengo il tempo in un’immagine, lo stringo al cuore per paura di perderlo; è un’ illusione, un inganno della mente. La vita scorre priva di confini, appare e scompare come l’increspatura di un’onda; esiste sempre, anche quando la superficie dell’acqua è una tavola piatta che riflette il sole.
Torneró, tornerai, torneremo.

Mai

“Non mi arrenderò mai!” Più di ogni altra cosa, felicità significa non arrendersi.

Daisaku Ikeda, Mappa della felicità

La vita è una sfida continua, non basta vincere su noi stessi una volta perché il rischio di cadere è sempre dietro l’angolo. Occorre allenarsi all’Amore. Lo spirito di ricerca rivolto all’interno di se stessi ha un legame mistico con la vita, scopre e alimenta il nostro potenziale di crescita; è alla base dello sviluppo personale che si realizza attraverso quella che nel Buddismo di Nichiren Daishonin è chiamata la rivoluzione umana. La trasformazione del Cuore parte dalla singola persona e si allarga al prossimo sino ad abbracciare l’umanità. Il Cuore non conosce distanze, l’uomo è nato per essere felice e questo obiettivo comune è destinato a creare legami indissolubili da un capo all’altro del pianeta. Chiusi ognuno nella sofferenza del proprio giardino, fatichiamo a non considerare utopistiche affermazioni di questo tipo; alla tristezza in fondo siamo abituati più che alla gioia. Eppure basterebbe dedicarsi un po’ di più al prossimo per sentirsi improvvisamente meno vittime e più artefici del proprio destino. Il dialogo e il confronto sinceri sono un valido aiuto per ridimensionare le difficoltà che viviamo; i problemi non spariscono, al contrario, sono sempre là ad aspettarci, ma assumono una veste più leggera. Il nostro Cuore cambia e con lui la prospettiva da cui guardiano gli eventi. È il Cuore che è importante.

Sciocca-mente

Certi giorni mi domando quale mondo abiti il cuore. Sale e scende nella scala del tempo, sembra un vagabondo senza fissa dimora. Ha un’amica che è anche la sua peggior nemica, si chiama mente. È lei a illuderlo, a fargli credere d’essere in cima al Fujiyama per poi spingerlo giù con un soffio innocente. Sciocca mente, non sai che il cuore umano rotola e rimbalza? Non sai che al momento giusto sa volare? Illusa mente.

Cicli

Città abbattute e private del nome, cuori infranti da nutrire. L’uomo distrugge e ricostruisce. Demolisce e alza nuove mura nel ciclo della storia che si ripete, lasciando tracce visibili nella terra e nell’anima di chi la fa. Sotto il cemento scie di rosso innocente, dentro il cemento i respiri di chi non annulla la speranza: unico patrimonio a salvarci da noi stessi insieme all’amore.

Toc toc

C’è una stanza speciale dentro ognuno di noi, uno spazio caldo e accogliente dove invitare chi vogliamo per condividere la nostra umanità. È la stanza della compassione (cit. SdL). Un luogo protetto dov’è possibile sedersi a discutere da eguali, imparando gli uni dagli altri, sforzandosi di migliorare insieme le nostre vite.

Sotto i miei piedi

Ogni tanto vorrei essere l’ombra nel silenzio surreale di un ambiente che accoglie anziché alzare muri di ostilità. La nostra vita e l’ambiente sono legati da un rapporto di unicità e la tendenza a puntare il dito fuori da noi stessi – come se il disagio non ci riguardasse – disperde energia preziosa. La lamentela è una causa sicura di sfortuna, produce pesantezza e affossa la vita, impedendo la nostra realizzazione. Quando noi cambiamo, il mondo cambia.
«Vivere la vita per ciò che realmente siamo: sembra facile, ma in realtà è la cosa più difficile, perché le persone tendono a sognare un mondo roseo, di facili soddisfazioni. Illudendosi di poter avere un lavoro più adatto, molti lasciano il posto dove si trovano e cominciano a “scavare” in ogni direzione. Spesso non trovano nulla e finiscono per sprecare la loro preziosa esistenza. Un proverbio dice: “Scava sotto i tuoi piedi, lì troverai la sorgente”» Caro Sensei che leggi il Cuore umano come pochi sanno fare! In questa ultima domenica di riposo cerco di non pensare alle cose che non ho fatto sfruttando i giorni di vacanza, quelle che di solito non ho tempo di fare durante il resto dell’anno. Allontano la fissa di avere rovinato il presunto primato di efficienza dall’inizio dell’anno e respiro piano. Respiro profondamente. Esco a camminare, voglio tutto il sole negli occhi. Tutto parte da me.

Lasciarsi andare per non cadere in pezzi

@1924us
@1924us

Welcome to January, al nuovo anno che arriva puntuale con la sua ventata di memories di quello passato e di nuovi propositi più o meno dichiarati. Perchè, che lo si voglia o no, l’inizio di un nuovo anno porta sempre con sè la speranza e il desiderio di un cambiamento. Se siamo bravi, anche la volontà e la determinazione di realizzare concretamente un miglioramento nella nostra vita. Il 2018 è stato un anno importante, probabilmente ho gettato le basi di una svolta felice in cui ho scelto di credere con tutta me stessa, ma ne ho preso coscienza solo quando i miei piedi erano già ben piantati oltre il confine immaginario del primo dell’anno. Quanta vita in un anno, quanto sforzo per portare avanti la mia rivoluzione umana, e quanta gratitudine per la resilienza che ho maturato giorno dopo giorno, senza che io me ne accorgessi! Ora si tratta di perseverare nella costruzione di una vita felice e di coltivare quotidianamente la mia terra fertile, senza perdere di vista quella di chi amo e di chi vive nel mio stesso ambiente. Non è roba da poco, lo so, ma che carica pazzesca di entusiasmo e di fiducia mi dà anche solo pensare a questo obiettivo! Non voglio essere un replicante vuoto ma un essere umano completo che si impegna attivamente per realizzare kosen rufu nel mondo. Cos’è kosen rufu? Spiegarlo in due parole sarebbe riduttivo, si potrebbe definire come la pace, ma è una “pace ampia, che riguarda sia l’interiorità, la vita personale, sia l’ambiente sociale. La pace ottenuta attraverso un radicale cambiamento nel cuore delle persone, nella maniera più ampia possibile, attraverso l’adozione di valori umanistici, primo fra tutti l’assoluto rispetto per la dignità della vita. Intendendo la vita in senso lato, questo rispetto si rivolge sia alla propria vita, sia a quella degli altri.” Credo profondamente nel potenziale di Bene di ognuno di noi, senza distinzioni di sorta, oltre ogni personale oscurità, e ho deciso di partire da me stessa, qui e ora. Decidere è essenziale quanto determinare costantemente. Sento di dovermi lasciare andare con un Cuore aperto alla vita, solo cosí potró evitare di cadere in pezzi e fare della meraviglia una bandiera nel 2019. La mia preghiera non cambierà mai .

Adoro. Punto.

«Scrivo romanzi perché c’è sempre stata una sola cosa che volevo dire, e voglio a tutti i costi continuare fino a quando non ne potrò più. Il mio libro è l’inizio di questo cammino ostinato. Conquistare e crescere: credo che in queste due azioni sia scritta la storia spirituale di ognuno, con tutte le sue speranze e potenzialità.»

🌉🎑🌕📚🎍🎌🎏🎐🎆🎋🎎

Banana Yoshimoto

Kitchen

Postscriptum

Una Banana nel mio specchio.